Come Montare la Spazzola Lunotto

La spazzola tergivetro posteriore della nuova Panda, contrariamente a quelle anteriori, è comprensiva del braccetto oscillante, ma la sua sostituzione è ancora più semplice di quelle anteriori. Nella mia guida ti spiego come sostituirla in pochissimi minuti.

Compra presso un negozio di autoricambi o di accessori per auto una spazzola tergivetro posteriore per la tua Panda, difficilmente la trovi negli ipermercati come quelle anteriori che si trovano di sicuro in quanto sono del tipo universali come attacco e dovresti scegliere solo la lunghezza che è diversa secondo il lato.

Procurata la spazzola, vai al portellone posteriore dell’auto e solleva il coperchietto in plastica che copre l’attacco del braccetto porta spazzola. Con la chiave da 10 millimetri svita il dado girando verso sinistra e tenendo il braccetto fermo con l’altra mano. Svitato completamente il dado, estrai il braccetto tirandolo verso l’estrerno.

Poichè il braccetto è incassato, eventualmente fai un po’ di leva con un giravite. Incassa il braccetto nuovo nell’asse del motorino in posizione orizontale a sinistra. Avvita il dado e bloccalo senza forzare, in quanto blocca sul vetro, con la chiave da 10 girando verso destra e tenendo fermo il braccetto con l’altra mano. Chiudi il coperchietto a cerniera facendolo incassare sull’attacco.

Come Ottenere Fiori Secchi Perfetti

I fiori pressati, si prestano a svariati usi: per realizzare quadri, composizioni, decorazioni. La cosa più importante, per ottenere dei fiori che non si scoloriscano o si alterino nel tempo, consiste nel pressarli nel modo esatto. Per effettuare correttamente questa operazione è indispensabile l’ uso di una pressa in legno che, volendo, potrai costruire tu stesso utilizzando due tavolette di legno massiccio.

L’ operazione della pressatura, deve essere fatta tassativamente, al momento della raccolta che deve avvenire nelle ore centrali di una giornata asciutta. Infatti, alcune piante come la felce e le viole, si arrotolano dopo poco tempo dalla recisione. Per compierla perfettamente, procedi nel modo seguente.

Disponi l’assicella inferiore con le quattro viti inserite: appoggia uno o più fogli di giornale piegato in quattro e un foglio di carta bianca. Togli il gambo e disponi i fiori voltati in giù sul foglio bianco e, dopo averlo riempito, sistema un altro foglio bianco sui fiori. Procedi in questo modo, alternando fogli e fiori, fino ad esaurimento dei fiori che si desidera essiccare.

Risulta essere importante disporre fiori della stessa specie su ogni foglio, perchè avendo lo stesso spessore, occorrerà lo stesso periodo di tempo per essiccarli. Una volta riempita la pressa, inserisci la seconda tavoletta di legno, e chiudi pressando bene le viti. Per velocizzare l’operazione puoi mettere la pressa al sole o vicino ad un calorifero.

Dopo due ore apri la pressa e sostituisci la carta di giornale con fogli asciutti, senza smuovere i fiori che saranno contenuti fra i due fogli bianchi. Ripeti questa operazione per tre volte durante il primo giorno e, una volta al giorno per quelli successivi, fino a completa essiccazione. Risulta essere molto difficile stabilire quanto tempo occorra perchè i fiori diventino secchi.

Ogni fiore infatti, ha un suo modo di essere pressato: le viole ad esempio sono piatte e non creano problemi, le rose e i fiori con molti petali invece, devono essere disfatti e pressati petalo per petalo e così le ortensie fiorellino per fiorellino. E’ molto importante, per la riuscita dell’operazione, imprimersi bene nella mente la forma del fiore che abbiamo disfatto, per poterla poi ricostruire esattamente.

Come Montare la Molla a Gas al Portellone

Le molle a gas, o pistoncini, montati al portellone del bagagliaio dell’auto servono per agevolarne l’apertura e sorreggerlo. Se uno o entrambi di questi pistoncini cede il portellone non rimarrà fermato in apertura creandoti problemi per il carico al bagagliaio. In questo caso devi provvedere alla sostituzione, nella mia guida ti spiego come effettuarla.

Compra la coppia di molle a gas per il portellone della nuova Panda presso un ricambista per auto, evita di cercarli nell’usato come fanno in molti, non avresti la certezza dell’efficienza e risparmieresti solo qualche euro. Il costo della coppia non supera i 25 euro e hai anche la garanzia ufficiale.

Apri il portellone posteriore, se questo non regge in apertura puntellalo con un bastone in legno o fatti aiutare da qualcuno in modo da tenerlo aperto. Facendo leva col giravite nell’attacco del pistoncino, lo stesso si sgancia in quanto montato a pressione nella sede. Fai la stessa operazione in entrambi gli attacchi, superiore e inferiore.

Monta il nuovo pistoncino incassando a pressione la parte estraibile all’attacco nel portellone e la parte fissa all’attacco nel montante della carrozzeria. Se li sostituisci entrambi ripeti la stassa operazione per il secondo pistoncino. Chiudi il portellone e prova il funzionamento della molla riaprendolo.

Come Affilare le Forbici

Per affilare le forbici con carta vetrata e pietra abrasiva dovremo reperire il necessario da un ferramenta. Meglio scegliere una pietra con un lato liscio. Una volta che la si è presa, bisogna scegliere l’area di lavoro.

Assicuriamoci che il punto di appoggio sia al livello della vita, stabile, spazioso e ben illuminato. È necessario che sia al punto vita in modo da poter lavorare comodamente senza sforzare il collo o le braccia.
Puliamo le forbici pulite con un panno. Questa operazione rimuove tutta la sporcizia accumulata e la ruggine sulla forbice.

Prendiamo quindi un pezzo di carta vetrata. Strofiniamo leggermente la carta vetrata contro le parti della forbice che si sono arrugginite. Quando vediamo che la ruggine sta lentamente svanendo, fermiamoci e puliamo le forbici ancora una volta, utilizzando il panno.Come affilare le forbici in casa

Ora, prendiamo la la pietra e posizioniamola al centro del tovagliolo. Quindi, prendiamo le forbici. Apriamo le lame e mettiamo la pietra sotto una di esse. Con la parte tagliente rivolta all’esterno, effettuiamo dei movimenti circolari e dolci, partendo dalla punta della lama e andando verso l’impugnatura .

Prima di procedere, focalizziamo la seguente immagine: a seconda della mano dominante, la mano sinistra tiene le forbici mentre la mano destra tiene saldamente la pietra. Strofiniamo la pietra secondo le istruzioni fino a quando vedremo che la lama è affilata e ripeteremo la procedura sulla lama rimanente.

Possiamo affilare le forbici anche usando un foglio di alluminio. In primo luogo, dovremo strappare un pezzo del foglio. Quindi, lo piegheremo al centro e continueremo a piegarlo fino a farlo diventare un terzo delle sue dimensioni originali.

A questo punto, prendiamo le forbici e tagliamo i fogli di alluminio a strisce. Continuiamo a tagliare le strisce, consumando l’intero foglio di alluminio.

Ora, proviamo l’affilatura che i continui tagli avranno creato. Possiamo fare un test su carta normale. Se vorremo rendere le lame più taglienti, dovremo ripetere la procedura fino a raggiungere l’affilatura desiderata.

Come Montare Lampada Proiettore dell’Auto

La nuova Panda nei proiettori monta lampada del tipo H4 60/55, essendo questa a doppio filamento, anabbagliante e abbagliante, dobbiamo sostituirla anche se si brucia uno solo dei due filamanti. Nella mia guida ti spiego come sostituire la lampada in caso tu fossi sfornito del libretto di uso e manutenzione.

Se non hai a bordo vettura un kit di lampade di riserva, compra presso un autoricambista una lampada del tipo H4 60/55, è quella che monta il proiettore della nuova Panda, quindi non occorre che specifichi dove devi montarla. Apri il vano motore e fissa l’asta di sostegno, vai al proiettore interessato destro o sinistro.

Nella parte interna devi sganciare la molletta di fissaggio del coperchio ed asportare lo stesso, stacca il connettore elettrico dalla lampada, sgancia la molletta di fermo che blocca la lampada ed estrai la lampada, inserisci nella sede la nuova lampada evitando di toccare la parte in vetro con le dita in quanto le impronte sul vetro compromettono l’efficienza della stassa lampada.

Aggancia la molletta che tiene fissa la lampada, inserisci il connettore elettrico agli attacchi della lampada, rimonta il coperchio che copre le lampade e aggancia la molla che lo fissa al proiettore. Accendi il quadro e aziona la leva del devioluce per provare l’accensione dell’anabbagliante e dell’abbagliante, se tutto è ok spegni le luci gira la chiave in posizione di stop e chiudi il vano motore.

Scroll To Top