Come Fare Panino Pizza

Per poter incontrare i miei gusti, deve avere però qualche requisito, primo fra tutti la “leggerezza” (non credo che a colazione riuscirei mai a mangiare un piatto pesante, eccessivamente unto o dai sapori troppo forti); in secondo luogo, un tocco di “italian style” e creatività. Se no dove sta il divertimento?

Ecco allora la mia creazione di ieri: dei panini, semplici, soffici, che richiamano i profumi della pizza… più italiani di così 😉

Ingredienti che ho messo (in quest’ordine) nel cestello della macchina del pane:
300 ml di acqua
un cucchiaio di olio extravergine
50 ml di passata di pomodoro
450 g di farina 00
15 g di sale
5 g di zucchero
1 cucchiaio di origano
50 g di grana padano grattugiato
1 bustina di lievito secco per pane
Ho programmato la macchina per impastare e lievitare. Dopo circa 2 ore ho estratto il cestello e, con le mani unte di olio, ho fatto tante palline che ho depositato sulla teglia e che ho poi fatto cuocere per mezz’ora circa a 180°.

Il profumo è proprio quello della pizza; il sapore, invece, per i miei gusti va benissimo anche a colazione, magari con un bel bicchiere di centrifugato di mela o agrumi.

Come Lavare il Piumino

Con l’arrivo della Primavera, inevitabilmente viene fatto il cambio di stagione, con conseguente lavaggio degli indumenti invernali. A tal proposito, prima di riporre giacche, maglioni e sciarpe, ti consiglio vivamente di leggere la mai guida nella quale ti darò tutte le istruzioni per poter lavare accuratamente il piumino.

La prima cosa che dovrai fare per riuscire in questa impresa è quella di pretrattare i punti più sporchi. Per far questo, dovrai procurarti un detersivo liquido particolarmente delicato e lo dovrai versare sui polsi e sul colletto del piumino, strofinando poi accuratamente in modo da eliminare la presenza di eventuali macchie.

Dopo avere fatto questo, dovrai rovesciare le maniche e dovrai inserire il piumino in lavatrice, a questo punto, dovrai mettere nell’apposita vaschetta una piccola quantità di detersivo liquido e poi dovrai aggiungere un’altra piccola dose di ammorbidente. A questo punto, fai partire la lavatrice, scegliendo il programma per indumenti delicati ad una temperatura non troppo alta (30° o 40° gradi sono più che sufficienti).

Mi raccomando, è molto importante non eliminare il programma della centrifuga, anche se si dovesse temere che le piume si appiccichino l’una all’altra. Una volta terminato il lavaggio, prendi il piumone e sbattilo con molta energia, in modo tale da favorire il distacco delle piume ed il ritorno ad una condizione di normalità. A questo punto, appendilo ad una gruccia e lascialo asciugare all’aria aperta evitando di esporlo ai raggi diretti del sole.

Come Lavare Pavimento in Mattonelle

Se hai un pavimento composto da mattonelle sai benissimo quanta fatica può generare il lavarlo, soprattutto se lo vorresti far splendere come se fosse nuovo. Con questo metodo ti spiego come poter fare e ti consiglio di seguirlo perchè a me ha dato davvero risultati ottimali.

Occorrente
Scopa normale
Scopa con straccio incorporato, cioè il mocio
Detersivo per pavimenti
Bicarbonato
Vim liquido
Panno di daino
Cera

Per iniziare, passa la scopa normale lungo il pavimento per togliere eventuali sporcizie. Subito dopo, getta su almeno 4 parti distinte della superficie del normale detersivo per pavimenti. Riempi un secchio di acqua calda, e versaci del disinfettante in grandi quantità (diciamo almeno due bicchieri) e almeno tre pugni di polvere di bicarbonato.

Mescola il tutto, finchè si verrà a formare la schiuma. Ora, introduci una scopa con straccio incorporato facendogli assorbire il liquido. Strizza bene lo straccio e poi dai due passate lungo tutta la superficie. Apri le finestre e fai asciugare il pavimento. Ora, su ogni singola mattonella versa un pò di vim liquido, e con un panno (il migliore è quello fatto a nido d’api), con forte pressione spargi il liquido con fare ondulatorio.

Ora, prendi un altro panno, e passalo sempre in modo ondulatorio ma inverso rispetto a quello del Passo 2. Senza attendere che si asciughi, prendi uno straccio intriso d’acqua fredda e passalo sulla superficie per almeno due volte, di modo che assorba i rimanenti del trattamento fatto con il vim. Fai asciugare e quando il pavimento è completamente asciutto, prendi un panno di daino e versaci della cera. Passa questo panno lungo tutta la superficie per almeno due volte. Dopo mezz’ora il tuo pavimento splenderà come se fosse nuovo.

Come Lavare il Motore dell’Auto

Sono anni che non lavate il motore della vostra automobile? Ormai è completamente nero? Volete donargli nuovamente il suo colore originale? Allora leggete questa guida e in alcuni e semplicissimi passaggi sarete in grado di pulire il motore della vostra automobile.

Compriamo il prodotto
Innanzitutto rechiamoci presso un negozio di autoricambi ed acquistiamo un prodotto specifico per la pulizia del motore dell’automobile. In commercio ce ne sono veramente tanti e se volete risparmiare qualche euro lo potete acquistare presso un centro commerciale ben fornito oppure dando un’occhiata su internet.

Proteggiamo le parti delicate del motore
Prendete del cartone e mettetelo sotto la parte del motore dell’automobile (in questo modo proteggiamo da colature il posto auto). Ora con delle buste del domo pack proteggete per bene le parti elettroniche del motore, come centralina, candele, batteria e fusibili. Se volete fare un lavoro più sicuro rimuovete la batteria della vostra automobile.
Puliamo il motore
Facciamo scaldare un pochino il motore della nostra automobile e prendete il prodotto per la pulizia del motore. Spruzzate il prodotto sul motore e fatelo reagire qualche secondo. Con un pennellino e con gli stracci pulite le parti più sporche. Risciacquate con lo spruzzino senza utilizzate l’idropulitrice.

Come Preparare Plumcake all’Uva

Ieri mattina, mentre mio marito dormiva, mi sono alzata e ho deciso di preparargli una “colazione nostalgica”, ispirata al plumcake che mi faceva la nonna quand’ero piccola.

Se volete provare anche voi, vi svelo cosa ho usato per fare 4 / 5 piccoli plumcake:

50 g di burro
50 g di zucchero
2 uova
120 g di farina
un goccio di latte (poco poco e solo se vedete che l’impasto è troppo denso)
1/2 bustina di lievito
1 grappolo d’uva (180 g ca.) – ma potete farli anche con le ciliegie se preferite (ho provato anche così e sono venuti ottimi, quindi andate tranquilli!)

Ecco come li ho preparati.
Prima di tutto ho lavato l’uva e l’ho tagliata a pezzettini (e ho eliminato i semi!).
In una ciotola ho sbattuto con la forchetta il burro e lo zucchero. Dopo che si è formata una crema spumosa, ho aggiunto le uova, il goccio di latte e infine la farina con il lievito.
Ho mescolato, mescolato e mescolato… un po’ di ginnastica di primo mattino non fa mai male! 😉
A questo punto ho incorporato l’uva e messo il composto negli stampini per plumcake, che avevo precedentemente imburrato e spolverato con la farina.
Infine ho infornato a 150 gradi per mezz’ora circa. Una volta freddi, li ho spolverati con lo zucchero a velo… très chic, no?!

Attenzione, se non volete fare la stupidaggine che ho fatto io la prima volta, riempite gli stampini a 3/4, non di più! Se no, troverete il forno invaso dal vostro impasto e vi assicuro che non è una bella esperienza! 😉

Secondo suggerimento: ricordatevi di asciugare l’uva (o qualsiasi altro frutto decidiate di utilizzare) e soprattutto passatela nella farina, per evitare che finisca tutto sul fondo del vostro plumcake!
Ultimo consiglio: per gustare al meglio i plumcake potete abbinarli a un the verde delicatamente aromatizzato alla frutta (è buono e fa anche bene alla salute!); il mio di ieri si chiama “Jardin de roses” con boccioli di rose e frutti rossi. Se vi interessa lo compro da “au nom de la rose” (ma si può dire o sembra pubblicità?! va beh, ve lo dico lo stesso.

Scroll To Top